A.N.P.I. di Cervia

«Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita.» (Antonio Gramsci)


Lascia un commento

APPELLO DI SMURAGLIA AGLI INDECISI

Smuraglia agli indecisi: “Se vincerà il Sì sarà un disastro per l’intero sistema istituzionale, con lo stravolgimento della volontà dei Costituenti”

30 Novembre 2016

 

Annunci


Lascia un commento

VERSO IL REFERENDUM COSTITUZIONALE: 1^ PARTE

VERSO IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

(1)

1. CHE COS’É LA COSTITUZIONE?

La COSTITUZIONE è la LEGGE FONDAMENTALE del nostro Stato. È, cioè, l’insieme dei principi e delle norme alle quali debbono sempre adeguarsi le leggi ordinarie emanate dal Parlamento o dalle altre istituzioni.

2. QUANDO È ENTRATA IN VIGORE?

È stata votata il 22 dicembre 1947, promulgata dal capo provvisorio dello stato Enrico De Nicola il 27 dicembre seguente, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 298, edizione straordinaria, del 27 dicembre 1947, in vigore dal 1º gennaio dell’anno successivo, il 1948.

1_parte prima_costituzione

3. CHI L’HA REDATTA?

La nostra COSTITUZIONE è stata redatta da una ASSEMBLEA COSTITUENTE composta da 556 membri eletti dal popolo italiano il giorno 2 giugno 1946 con il seguente risultato:

1_parte prima_costituzione risultato

I lavori dell’ASSEMBLEA COSTITUZIONALE si protrassero dal 25 giugno 1946 al 31 gennaio 1948 anche se essa entrò in vigore il 1° gennaio 1948. Le due fondamentali caratteristiche dei lavori dell’ASSEMBLEA furono: a) il grande reciproco rispetto fra i membri dell’Assemblea; b) la generale ed ampia consultazione che i membri dell’Assemblea ebbero con i cittadini dei loro territori. In questo modo, come ha sempre ricordato “BULOW” (Arrigo Boldrini), uno dei padri della nostra Costituzione, la Costituzione italiana è veramente nata figlia del popolo.

A Cervia il risultato elettorale fu il seguente: PCI: voti 3219 (38,33%); PRI: voti 2810 (33,46%); PSIUP: voti 1638 (19,50%); DC: voti 587 (6,99%); PLI: voti 43 (0,51%), ALTRI: voti 100 (1,20%)

4. CHI HA VOLUTO LA REPUBBLICA?

Il popolo italiano che, chiamato a scegliere tra monarchia e repubblica, con il referendum istituzionale del 2 giugno 1946 scelse la repubblica con la percentuale del 54,3% dei votanti (voti 12.717.923) contro coloro che scelsero la monarchia con il 47,7% (voti 10.719.284).

A Cervia il risultato fu maggiormente plebiscitario:

Voti validi: 8.393; Repubblica: voti 7.875 (93,82%); Monarchia: voti 518 (6,18%); schede bianche: 110; schede nulle: 23.

1_parte prima_costituzione Repubblica

Seguirà punto : LA NOSTRA COSTITUZIONE: principi fondamentali, impianto strutturale, revisione.

Testo a cura di Giampietro Lippi

Clicca sul seguente link per scaricare il testo in formato pdf: 1_parte prima_costituzione


Lascia un commento

Incontro A.N.P.I. Cervia sul lavoro: intervento di Loretta Lacchini

Mazzini cit

L’incontro sul tema “riforma del lavoro e articolo 1 della Costituzione”, organizzato da A.N.P.I. Cervia l’11 giugno scorso, ha ricevuto un riscontro positivo sia per la qualità degli interventi dei nostri ospiti che per l’attenzione partecipe da parte del pubblico, intervenuto con numerose domande e considerazioni.

Per chi non c’era o per chi desidera approfondire, pensiamo di fare cosa gradita pubblicando, qui di seguito, l’intervento di Loretta Lacchini, Presidente dell’Associazione Mazziniana Italiana di Cervia (A.M.I.):

intervento il valore del lavoro 11 giugno 2015 (per leggere il documento clicca sul link)

Link al testo completo dei “Doveri dell’uomo” di G.Mazzini citato nell’intervento: https://it.wikisource.org/wiki/Doveri_dell%27uomo

 


Lascia un commento

Incontro A.N.P.I. Cervia 11.06.2015: “Il lavoro è ancora un valore fondante della nostra Repubblica? Dall’articolo 1 della Costituzione alla recente legge sulla riforma del lavoro”

volantino ANPI Cervia incontro su Costituzione e Lavoro

INCONTRO A.N.P.I. CERVIA, 11 GIUGNO 2015:

Il lavoro è ancora un valore fondante della nostra Repubblica? Dall’articolo 1 della Costituzione alla recente legge sulla riforma del lavoro”

Il primo capoverso dell’Articolo 1 della Costituzione Italiana recita “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”, indicando così il Lavoro quale fondamento della nostra Repubblica. Dall’entrata in vigore della Costituzione ad oggi, diverse riforme del lavoro si sono succedute, fino all’ultima – il cosiddetto “Jobs Act” – approvata dal Governo. Poiché una delle finalità statutarie dell’ANPI consiste nel “concorrere alla piena attuazione, nelle leggi e nel costume, della Costituzione Italiana, frutto della Guerra di Liberazione, in assoluta fedeltà allo spirito che ne ha dettato gli articoli”, riteniamo doveroso interrogarci su questo fondamentale punto.

Pertanto giovedì 11 giugno 2015, alle ore 20.45, presso la Sala riunioni della Palazzina del Comune di Cervia in Piazza XXV Aprile n.1, il Comitato comunale A.N.P.I. di Cervia ha organizzato un incontro pubblico per rispondere alla domanda “Il lavoro è ancora un valore fondante della nostra Repubblica? Dall’Articolo 1 della Costituzione alla recente legge sulla riforma del lavoro”.

A questo interrogativo cercheranno di rispondere:

  • Loretta Lacchini, Presidente Associazione Mazziniana di Cervia,
  • Costantino Ricci, Segretario generale CGIL Ravenna,
  • Riberto Neri, Segretario generale UIL Ravenna,
  • Giampietro Lippi, Presidente comunale ANPI di Cervia.

Coordina: Francesca Piraccini, addetta stampa ANPI Cervia.

La cittadinanza è invitata a partecipare e contribuire al dibattito.

Comitato comunale A.N.P.I. “Max Massini” Cervia